Chi siamo e cosa facciamo

Era dicembre 2014 e noi eravamo un gruppo di amici che svolgevano volontariato presso il Parcocanile VitadaCani di Arese. In quel periodo, viste le temperature particolarmente rigide, stavamo raccogliendo coperte per i cani; una sera ci trovammo a parlare di una notizia che ci aveva intristito moltissimo: un senzatetto era morto assiderato a Milano, nell’indifferenza più totale. Da un pensiero condiviso è scattata in noi la necessità di fare qualcosa anche per gli esseri umani in difficoltà (visto che degli esseri animali ci stavamo già occupando) e così ci è venuta l’idea: preparare dei pasti e delle bevande calde e portarle personalmente alle persone che vivono ai margini della società.

La nostra prima uscita è stata l’1 gennaio 2015 ed il primo piatto che abbiamo cucinato è stata polenta con sugo di legumi che, visto il successo raccolto, ci ha trasformati in La Compagnia della Polenta. Questa prima esperienza è stata talmente emozionante e coinvolgente che da allora tutti i martedi e giovedì siamo presenti in due punti di distribuzione a Milano: Stazione di Lambrate e Largo Marinai d’Italia.

Nel 2017 siamo diventati ufficialmente un'associazione e ci siamo presentati al Comune di Milano.

Ogni martedì e ogni giovedì sera cuciniamo a rotazione:

0
KG DI PASTA E RISO
0
KG DI POLENTA
0
KG DI VERDURE E LEGUMI
0
LITRI DI THE
0
PIATTI SERVITI IN UN ANNO

Perché la scelta vegana

Quando abbiamo iniziato eravamo tutti vegani, oggi il numero di volontari è cresciuto e tra loro ci sono anche persone onnivore. Siamo tassativi solo sui piatti: tutto dev’essere rigorosamente senza proteine animali. Siamo convinti che si possano preparare dei piatti buonissimi, salutari e gustosi senza provocare la sofferenza di nessun altro essere vivente e i nostri piatti vengono sempre molto apprezzati.

Un piatto di minestra calda, di polenta (la cuciniamo spessissimo) o di legumi, vengono apprezzati molto di più di un semplice panino e nel prepararla c’è tutto il nostro amore per la vita, di qualunque forma sia. Cuciniamo sempre un piatto unico e spesso aggiungiamo un frutto o un dolce. Inoltre la scelta di non utilizzare carne permette anche alle persone di fede mussulmana di accettare i nostri piatti senza problemi.

Chi sono le persone che aiutiamo

Il nostro aiuto è per tutti senza alcuna distinzione, chiunque abbia bisogno di un pasto caldo: anziani con una pensione talmente misera da non riuscire ad arrivare alla fine del mese, divorziati con talmente tante spese che per loro non resta più nulla, persone che hanno perso il lavoro e la loro vita da un giorno all’altro. È triste ma è più reale di quanto si possa pensare.

Come puoi aiutarci

Diventa volontario

Siamo sempre alla ricerca di persone che hanno voglia di dedicare ai meno fortunati qualche ora del proprio tempo!

I nostri martedi e giovedì sono così organizzati: intorno alle ore 18 ci troviamo per cucinare ad Arese, mentre intorno alle ore 20:30 distribuiamo il cibo in Stazione Lambrate e Largo Marinai d’Italia.

Puoi unirti a noi dove è quando vuoi, in base alle tue disponibilità, da confermarci su base mensile.

Donaci cibo

I quantitativi di alimenti che cuciniamo sono molto alti e le nostre scorte si esauriscono rapidamente.

Puoi aiutarci donandoci pasta, riso, polenta istantanea, legumi in scatola, pomodori pelati, zucchero, olio, the.

Donaci abbigliamento

Raccogliamo vestiario e calzature (principalmente maschile) chiaramente in buone condizioni.

Distribuiamo anche prodotti di igiene personale come saponi, bagnoschiuma, spazzolini e dentifrici, schiuma da barba, rasoi, deodoranti, fazzoletti di carta.

Fai un bonifico

Se sei distante o non hai la possibilità di unirti a noi ma vuoi comunque aiutarci, puoi fare un bonifico sul conto intestato a:

La Compagnia della Polenta IT78H0503420100000000005162

Volontari

Ciao Giuliana

Grazie Giuliana…..
Giuliana per chi di noi non l’avesse conosciuta, era una delle nostre volontarie, era una dei nostri fondatori……era il nostro Presidente.
Ricordo ancora con gioia e un sorriso, come iniziarono i primi passi di una Associazione che da lì in poi avremmo chiamato “ La Compagnia della Polenta “ .
Una sera, meglio un giovedì sera, di fronte alle vetrine in Via San Pietro all’Olmo dopo aver terminato la distribuzione in Piazza San Carlo, ci trovammo Io, Giuliana ed Ezio e, comunicando loro che nei giorni a seguire avrei portato il nostro primo statuto costitutivo per la registrazione, ci confrontammo su idee, organizzazione, cose da fare e stabilire le cariche istituzionali.
Dopo la prima orda spontanea iniziale, gli unici volontari rimasti dal gruppo originario eravamo io, Giuliana, Ezio ed Alessio.
Quel giovedì sera al momento dell’ assemblea eravamo in tre, quindi la maggioranza e facendo la conta, come si fa da bambini per chi sta sotto a nascondino, nacquero le cariche……( mi piace ricordarlo così ).
Giuliana Presidente , io Tesoriere e Vice ed Ezio Segretario.
Chissà come uscì quel numero e lei divenne il nostro Presidente, i credenti potrebbero dire segno divino, altri potrebbero dire il fato…..altri ancora dire una sequenza ripetitiva di numeri che producono una costante…di fatto che a lei, non proprio per caso, toccò l’incarico.
Da li seguirono anni di costruzione, di confronti e di molte discussioni, alcune anche molto accese, ma che hanno portato ad essere quello che siamo oggi.
Perché vi racconto questo, perché per parlarvi di lei racconto gli albori e i primi passi della Compagnia, perché tutti questi anni insieme, mi hanno fatto notare una cosa sua preziosissima, mi hanno fatto notare il suo sorriso energico e gioioso.
Nel corpo a corpo e nelle discussioni era una vera lottatrice, difficile atterrarla o farle cambiare idea, ma non appena si parlava di persone bisognose e indifese, di far qualcosa per qualcuno si dimenticava di tutto e con il suo sorrisone diceva dai .. dai facciamo!
Durante la sua malattia, che cercava sempre di nascondere o meglio sminuire a poco più di una bronchite, tutte le volte che la vedevo o la sentivo, non appena si parlava della Compagnia e delle novità lei si accendeva, ricominciava a sorridere e a riprendere il piglio del soldato…ma non per sentirsi attiva o per un senso di responsabilità, non per un attaccamento alla vita che le stava scappando dalle mani giorno per giorno, ma per un senso di appartenenza al gesto, quel gesto che parte solo dall’interno verso l’ esterno e che non porta con se nessun giudizio, quel gesto che le ha riempito e colorato la vita e che le ha sempre strappato un sorriso, anche nei momenti più duri dove la sofferenza diventava un gigante e lei sempre più piccola.
una gioia nella tormenta, Mi piace ricordarla così, e che il suo senso di appartenenza al gesto, quel gesto senza giudizio sia per noi monito , riflessione ed energia.
Nella tormenta l’eterno dolce sguardo verso l’invisibile.
Roberto

VegImagna

Il VegImagna è un festival vegan alla sua seconda edizione, che ha lo scopo di promuovere una filosofia di vita vegan e sostenibile.

Due giorni e un po’, dedicati agli animali, alla natura, alla buona cucina, al rigenerarsi in un contesto paesaggistico suggestivo fra le montagne bergamasche, lontano dal traffico, dallo smog, dalla confusione, ma a due passi dalle grandi città.

L’ evento che si terrà il 23, 24 e 25 Luglio 2021.

Visto il grande successo della prima edizione, quest’anno il festival sarà diffuso e si svolgerà non solo nell’area feste, ma anche nell’area centrale del paese di Corna Imagna (BG). STAY TUNED!

 

Per rimanere sempre informati:

https://vegimagna.it/

https://www.facebook.com/VegImagna/

Dicono di noi

Amici solidali

Contattaci

Mail:

info@lacompagniadellapolenta.org

robertobertani@lacompagniadellapolenta.org

Telefono:

+39 02 49408827  ( Martedì e Giovedì dalle 17:00 alle 20:00 )